La naturopatia funziona? Scopriamolo insieme


La naturopatia funziona? È una domanda che spesso ci poniamo, quando sentiamo parlare di rimedi naturali e di tecniche di guarigione olistiche.

Al mondo possiamo trovare diverse tecniche di guarigione, non per forza basate sui farmaci e sui tradizionali concetti della medicina occidentale. Fra questi bisogna inserire in lista anche la naturopatia, forse una delle discipline più efficaci in tal senso. Purtroppo il nostro concetto di salute viene spesso correlato all’utilizzo dei rimedi farmacologici, dimenticandoci che la natura stessa, di frequente, ha già la risposta per noi. Non a caso, gli stessi farmaci alle volte utilizzano quei principi attivi già presenti in natura. Vediamo quindi di approfondire il discorso sulla naturopatia.

Cos’è e come funziona la naturopatia

Per prima cosa, occorre chiarire che la naturopatia non è una scienza pensata per guarire tutti i mali. Lo stesso naturopata, infatti, è un professionista che conosce bene i limiti della disciplina che applica ai propri pazienti. In questo sito sulla naturopatia a Napoli è ad esempio possibile scorrere una lista delle situazioni che possiamo affrontare, affidandoci alle cure di un esperto del settore. Si parla ad esempio degli attacchi di panico, dello stress e dell’ansia, insieme ai disturbi digestivi, gli eczemi, le allergie e molto altro ancora. Come avvengono queste cure, e quali prodotti vengono utilizzati?

Il professionista impiega sempre e solo rimedi provenienti da madre natura, e fra quelli più famosi troviamo ad esempio i fiori di Bach. Si tratta di una vera e propria “collezione”, composta da ben 39 fiori, con delle potenzialità davvero uniche. Per capire come agiscono, però, serve prima comprendere qual è lo scopo della naturopatia. Secondo i dettami della disciplina in questione, molti malesseri fisici nascono da alcune emozioni e atteggiamenti mentali negativi. In pratica, riequilibrando questi fattori, si dà la possibilità all’individuo di intraprendere un personale percorso di auto-guarigione.

I trattamenti sono uguali per tutti?

La naturopatia funziona, ma bisogna approcciare ogni caso in modo specifico, proprio per via della possibile presenza di un disequilibrio diverso da persona a persona. Infatti i naturopati affrontano ogni paziente con una metodologia diversa, partendo da un’accurata anamnesi e proseguendo con i consigli e gli interventi diretti sugli stili di vita del soggetto. Per farti alcuni esempi concreti, l’esperto in naturopatia potrebbe consigliare dei rimedi floreali come supporto emotivo, o degli integratori nutrizionali per la dieta. Nella lista inseriamo anche i prodotti detossinanti come gli infusi e le tisane naturali.

In seguito, il naturopata fisserà un ulteriore appuntamento dopo circa 5 settimane, e valuterà insieme al paziente quali sono stati gli effetti della terapia. Dopo aver preso atto dei progressi, si procederà verso un piano sempre più personalizzato, fissando nuovi obiettivi da conseguire nel medio periodo. Ripetiamo, però, che ogni approccio viene sempre progettato in base ad ogni singolo caso, proprio per massimizzare i risultati.

I principi base della naturopatia

Il naturopata lavora basandosi su alcuni principi cardine, che servono per spiegare anche il funzionamento di questa disciplina. In primo luogo, la cura viene sempre pensata sfruttando i rimedi che la natura mette a disposizione dell’uomo: il loro scopo, nello specifico, è stimolare la forza vitale dell’essere umano, innescando quel processo di auto-guarigione accennato poco sopra. Il secondo principio si concentra sul trattamento delle cause, e non dei sintomi. Di conseguenza, l’esperto interverrà combattendo l’origine del problema, e non i suoi effetti.

Il terzo principio di base è il seguente: la visione olistica inquadra la salute di una persona come la summa di più fattori, da quelli mentali a quelli fisici, passando per i fenomeni ambientali (come lo stress da lavoro, ad esempio). Quindi ogni individuo ha una propria individualità, che va analizzata prima di poter intervenire. Infine, ecco gli ultimi 2 principi: meglio concentrarsi sulla prevenzione piuttosto che sulla cura vera e propria, educando al tempo stesso le persone. In sintesi, il naturopata spiega al paziente come migliorare il proprio stile di vita.

La naturopatia funziona?

La risposta è sì, a patto di capire che l’efficacia di questo approccio è tale soltanto se si rimane entro certi ambiti. Nello specifico, grazie alla naturopatia è possibile ottenere 2 risultati: curare i piccoli disturbi, e migliorare lo stile di vita anche di chi sta bene. Di contro, per i malanni seri serve rivolgersi ad un medico specialista.