Cabine estetiche in farmacia

Il gonfiore al viso (o edema facciale) è una particolare condizione in cui è presente un eccessivo accumulo di liquidi in parti specifiche del volto.
Sul viso si presenta più frequentemente nella zona delle palpebre, delle labbra o delle guance, e può essere un fattore transitorio, dovuto a cause comuni come una semplice insonnia, o può derivare da problemi patologici che richiedono quasi sempre un intervento medico.

Principali patologie che possono causare gonfiore facciale

Ecco alcune delle patologie più comuni che è importante prendere in considerazione in caso di rigonfiamenti preoccupanti.
Insufficienza renale
Questa patologia è dovuta al malfunzionamento della normale attività svolta dai reni che, non riuscendo a smaltire correttamente le sostanze di scarto del corpo, comporterebbe una intossicazione del sangue e diverse altre complicazioni, se non curata in tempo.

Ipotiroidismo
È sintomo di disturbo della tiroide che non è più in grado di produrre abbastanza ormoni, provocando questo gonfiore, insieme a pelle particolarmente secca, sonnolenza, costipazione e molte altre problematiche.

Sindrome di Cushing
È provocata dall’eccessiva produzione di cortisolo, un ormone che se rilasciato nel corpo in eccessiva quantità può provocare l’ingrossamento del viso e la tendenza della pelle a formare lividi. È spesso conseguenza di un uso prolungato di steroidi.

Infezioni locali
Tra le infezioni locali che possono causare gonfiori del viso, possiamo trovare, ad esempio: sinusite (infiammazione dei seni paranasali), infezioni dentali (possono diffondersi al livello della mascella provocando gonfiore) o cellulite infettiva (infezione batterica molto pericolosa che porta a gonfiore della pelle).

Perciò, dopo aver analizzato queste patologie, nel caso si dovessero manifestare improvvisamente alcuni sintomi preoccupanti, magari in maniera violenta, è consigliabile recarsi immediatamente da un medico.

Fattori transitori che possono provocare gonfiore facciale

Tra le maggiori cause di gonfiore facciale derivanti da fattori transitori si possono trovare invece problematiche anche facilmente trattabili e risolvibili con metodi del tutto naturali.

Assunzione di cortisone
Assumere farmaci come il cortisone può essere la causa del viso gonfio, il modo migliore per far sgonfiare la faccia è sicuramente stoppare l’assunzione quando è possibile ovviamente.

Ci sono poi integratori depurativi, tisane drenati e rimedi  appositi per lenire la ritenzione idrica nel tempo.

Stress
Lo stress può essere più dannoso di quanto si pensi, infatti può portare seri danni al nostro corpo e al nostro stato d’animo. Può appunto rendere il viso più gonfio e stanco. In questo caso sarà meglio cercare di risolvere il problema allontanando le cause di stress dalla propria routine.

Insonnia
Come molti sanno, dormire male e poco è particolarmente dannoso per la salute. Capita spesso infatti di risvegliarsi con il viso gonfio e le occhiaie. Oltre a dormire circa 7-9 ore a notte, è importante concedersi, prima di coricarsi, una tisana calda che aiuti a stimolare la diuresi. In più si può facilmente cercare di attenuare i rigonfiamenti del viso massaggiandolo con una crema adatta che aiuterà a stimolare la circolazione, o usare del ghiaccio sotto forma di impacchi che funge da vasocostrittore e tonifica la pelle.

Ritenzione idrica (tipica della gravidanza)
Si può dire che la ritenzione idrica sia una delle cause più comuni del gonfiore della pelle. Essa porta alla tendenza del proprio corpo a trattenere liquidi, è quindi importante stimolare la circolazione linfatica facendo movimento e massaggiando il viso. Può essere anche dovuta ad una scarsa idratazione o a malnutrizione, infatti bisognerà in questo caso bere molto e cambiare le proprie abitudini alimentari.

Allergie
Le allergie possono presentarsi in molteplici casi, come per esempio con alcuni cibi o punture di insetti. Se si hanno dei rigonfiamenti dopo aver usato alcuni farmaci, è opportuno bloccarne immediatamente l’assunzione, per via del fatto che si potrebbe risultare allergici senza saperlo.

Interventi chirurgici
È normale che dopo un intervento chirurgico si possa presentare per un certo periodo un gonfiore nella zona interessata che può sparire anche dopo mesi, ma questo vale in base alle istruzioni del medico e al tipo di intervento. Per combattere il gonfiore provocato da fattori transitori basterà, nella maggior parte dei casi, ricorrere a metodi naturali e semplici, come impacchi, maschere facciali, giusta idratazione e alimentazione corretta.